Heritage App

The ErfgoedApp allows over 1,700 museums and heritage organizations in Flanders and Brussels to provide multimedia information to their visitors using innovative technology. The possibilities are extensive, thanks to the flexibility with which new information can be created. The ErfgoedApp offers numerous opportunities but its most important feature is that the user can always see the additional information in a simple way and without technical problems. Additional information on heritage is made visible only when the user scans a code or receives a push message from a Heritage Beacon. The app works on the basis of the latest technologies such as iBeacons and augmented reality. Heritage workers or educational directors in musea or on heritage sites can easily create their own augmented or virtual reality media to augment visits. The user only requires a smart phone with the (free) ErgoedApp installed. A manual and training opportunities are available to assist content providers. 

Courtesy: ErfgoedApp

 

Because the App makes use of the (user’s own) smartphone, it is easy to see how it can be combined in scenarios where all other phone functionailities such as tracking, quizzes, recording, commenting, analysing etc are addressed as competences. The learning content creatpr has endless possibilities to challenge and entertain the learner.

ErfgoedApp

Type
  • Tool
Usage
  • Tracking / mapping / routing
  • Instruction / assignment
  • Recording / collecting
  • Presenting / reporting
Learning activities
  • Enable cognition (observe, analyse, incite activity such as describe etc.)
  • Create own (re)presentation, impression
Context
  • Museum
  • Heritage site
Languages
  • English
  • Dutch
Age 10 to 12 years
Keywords
  • app
  • smartphone
  • augmented reality
  • digital tools
  • creativity
  • mobile
Submitted by
 

5 commenti su “Heritage App”

  1. Mi trovo sempre nella categoria “categorie > italiano” e l’articolo non ha la traduzione in italiano. Non pretendo che ogni articolo sia tradotto, ma allora perché se si clicca sul menù nella lingua italiana viene visualizzata questa presunta categoria?!
    Dall’articolo non si capiscono bene le potenzialità dell’app. Personalmente, so che al giorno d’oggi è raro trovare qualcuno che non lo ha, ma credo che non tutti i bambini di 10 anni debbano avere uno smartphone, mentre l’articolo dice esplicitamente “user’s own smartphones”

     
  2. Sinceramente non riesco a cogliere il funzionamento dell’app né la sua strutturazione. Chiaramente si tratta di un sistema orientato ad un ampio impiego potendo accedervi con qualsiasi smartphone, ma non è spiegato adeguatamente

     
  3. Quando si dice “le informazioni a portata di un clic”.
    Un’app pratica e facilmente accessibile che permette di ottenere in breve tempo le informazioni che si stanno cercando senza dover acquistare guide manuali o audioguide.

     
  4. Credo di aver capito di cosa si tratta, non metto in dubbio la funzionalità dell’app perché ,come ogni cosa, credo che ha dietro di sé il lavoro, le idee e la collaborazione di più persone ma dal momento in cui è poco chiara e non è spiegata in modo più accurato in italiano non posso esprimere un parere più personale, non capendone l’utilità fino in fondo.

     
  5. Ottima applicazione. Molto comoda e ben organizzata. Mi dispiace che non sia attiva in Italia, paese con un patrimonio culturale immenso. Mi piacerebbe anche che la descrizione fosse anche in italiano, ma capisco che per ora non è necessario dato che si puo usare solo in Belgio. Trovo culturalmente interessante sottolineare la distinzione “Flanders and Belgium”.

     

I commenti sono chiusi.