Archivi tag: interculturale

The Critic Globus experience

L’esperienza del CriticGlobus

Il CriticGlobus è stata un’esperienza che comprendeva una struttura costruita a forma di uovo, con materie grezze (per richiamare una capanna primordiale) che conteneva una webcam, posta all’uscita della mostra Terrantica. Volti, i miti e le immagini della terra nel mondo antico, organizzata al Colosseo durante l’estate del 2016. Un monitor all’interno di questa struttura mostrava 3 domande che permettevano alle persone di registrare brevi video che venivano poi mostrati su uno schermo al di fuori della mostra, visibile a tutti i visitatori del Colosseo (e su un canale Youtube).

globus-finito

I fattori chiave che hanno permesso a questa esperienza di essere un successo erano che lo spazio in cui è stata posta la videocamera era chiuso e privato, e che le domande poste avevano a che fare con temi molto ampi e universali (ad esempio, è stato chiesto alle persone di cantare una ninnananna tradizionali della loro terra d’origine). L’idea era quella di trasporre i temi della mostra nella vita personale dei visitatori, e di dare loro il modo di lasciare una testimonianza che diventava essa stessa parte della mostra. In questo modo le persone si rendevano conto che quei temi non erano lontani e che il loro patrimonio culturale personale fa parte del patrimonio culturale generale come la mostra appena visitata.

Per riprodurre lo stesso effetto in un contesto scolastico, è importante trovare uno spazio chiuso dove i bambini possono sentirsi liberi di esprimersi senza essere giudicati. Le domande possono essere preparate e stampate su un foglio e devono essere concepite tenendo presente l’obiettivo di innescare ricordi personali, esperienze o pensieri, che sono collegati ai temi del bene culturale che si sta studiando.

Il prodotto finale sarà una serie di video che permettono ai bambini di rendersi conto che il patrimonio culturale è collegabile a sé stessi e che viviamo in una società con una varietà di culture che si fondono e convivono. Per questo motivo, più bambini vengono coinvolti, più il materiale finale sarà interessante.

Gli strumenti tecnologici necessari sono un computer con una videocamera e un software per filmare i video, oppure uno smartphone dedicato a questo scopo (è quindi necessario collegare lo smartphone a un computer per scaricare tutti i video).

Chiaramente, al Colosseo è stato necessario visualizzare tutti i video prima di pubblicarli, in modo da escludere qualsiasi contenuto inappropriati e si consiglia di fare altrettanto a scuola.

The Critic Globus experience

The CriticGlobus was an experience that included a structure build in shape of an egg, with raw materials (in order to recall a primordial hut) that contained a webcam, placed at the exit of the exhibition Terrantica. Faces, myths and images of the earth in the ancient world, organized at the Colosseum during the summer of 2016. A monitor inside this structure showed 3 questions that allowed people to record short videos that were then shown on a screen outside the exhibition, for everyone to see (and on a Youtube channel).

The key factors that allowed this experience to be a success where that the space in which the camera was placed was closed and intimate and that the questions asked had to do with very broad and relatable themes (people were asked to sing traditional lullabies from their land of origin). The idea was to transpose the themes of the exhibition into the personal lives of the visitors, in order for them to leave a video that became itself an exhibit. That way people realized that those themes were not distant and that their personal heritage is cultural heritage just as the exhibition just visited.

In order to reproduce the same effect within a school context, it is important to find a closed space where children can feel free to express themselves without being judged. The questions can be prepared and printed on a sheet and must be conceived keeping in mind the goal of triggering personal memories, experiences or thoughts, that are linked to the topics of the example of cultural heritage that is being studied.

The final product will be a number of videos that allow children to realize that cultural heritage is relatable and that we live in a melting pot with a variety of cultures that blend and live together. This is why, the more children are involved, the more the final material is interesting.

The technological tools needed are a computer with a camera and a software to film the videos or a smartphone dedicated for this purpose (you then need to connect the smartphone to a computer in order to download all the videos).

Clearly, at the Colosseum it was necessary to view all the videos beforehand to exclude any inappropriate contents and it is advisable to do the same in school.

Type
  • Practise

Usage
  • Recording / collecting

Learning activities
  • Raise attention, intensify perception (raise questions, predict…)
  • Affect, emotional and empathic engagement
  • Create own (re)presentation, impression

Context
  • Classroom
  • Museum
  • Heritage site

Languages
  • English
  • Italian

Age 10 to 12 years
Keywords
  • video, personal experience, intercultural, peoples of the world, Sociology, global community
  • video, esperienza personale, interculturale, popoli, sociologia, comunità globale

Submitted by CoopCulture, Italy